LA DORA BALTEA

Canavese

Il primo grande affluente del Po

La "Dora"

La Dora Baltea nasce in Valle d’Aosta, dopo aver attraversato la regione arriva in Piemonte per finire la sua corsa nel Po. Dei quasi 170 chilometri di lunghezza del fiume, più di 60 scorrono in Canavese.

Fra Carema e Borgofranco d’Ivrea la Dora presenta caratteristiche di tipo montano simili a quelle del tratto valdostano, quando arriva ad Ivrea attraversa una stretta forra che rende molto caratteristico il suo passaggio, nella conca dell’Anfiteatro Morenico d’Ivrea riceve il suo affluente più importante il torrente Chiusella, successivamente supera le colline moreniche di Mazzè per finire la sua corsa nel Po.

Stadio della canoa

Diversi sono i punti in cui praticare sport outdoor fluviali lungo la Dora Baltea dalla Valle d'Aosta sino ad Ivrea, ma nel centro della cittadina eporediese c'è un'eccellenza a livello internazionale lo Stadio della Canoa, la perfetta palestra per tutti gli appassionati di canoa e kayak slalom e discesa.

Ciclostrada della Dora Baltea

Per chi ama la bicicletta, una serie di strade bianche collegano Chivasso e Ivrea, costeggiando la Dora tra cascine e borgate si possono fare scoperte molto interessanti.

Ad esempio, nella zona di Mazzè il guado della Dora Baltea ai tempi dell'Impero Romano e le aurifodinae (miniere d'oro) salasso – romane.
A Vische la deviazione per il Lago di Candia permette di scoprire la Palude del Lago. Qui come a Villareggia si incontra il Sentiero delle Pietre Bianche.
Mentre all'altezza di Strambino si può vedere immettersi il torrente Chiusella nella Dora Baltea.

I nostri servizi

Area Riservata

2020 © CanaveseLab3.0 di Scagnolari Sonia - P.IVA IT11971220014 - Tutti i diritti riservati
Condividi con un amico
Ti invio questo link perchè penso possa interessarti.

La Dora Baltea, https://canaveselab.it/la-dora-baltea/