PIEVE DI SAN LORENZO E BATTISTERO DI SAN GIOVANNI

PIEVE DI SAN LORENZO E BATTISTERO DI SAN GIOVANNI

Settimo Vittone - AMI

Uno dei complessi religiosi preromanici più importanti del Piemonte

Clocher-porche

La caratteristica particolare è il clocher-porche, cioè l'ingresso della chiesa alla base campanile, aspetto tipico dell'architettura romanica e di cui in Canavese esistono diversi esempi.

Il Battistero ottagonale di San Giovanni, con nicchie rettangolari ricavate nello spessore dei muri, risale al IX secolo mentre la pieve pare di epoca successiva. 

I due edifici del complesso in origine erano separati.

Architettura e affreschi

La chiesa è collegata al battistero da un corridoio e i numerosi affreschi che decorano il complesso vanno dal periodo romanico alla fine del 1500, in particolare quelli della cappella Avogadro hanno uno stile che richiama il transetto di San Bernardino d'Ivrea.

L'unica apertura in facciata è una bifora con colonna e capitello a stampella, un'inclusione novecentesca dell'architetto Alfredo d'Andrade.

Tra leggende e scavi archeologici

Secondo un'antica leggenda nel battistero è sepolta la regina dei Franchi Ansgarda, morta nell'889, a cui è dedicata la lapide che ora si trova sopra la porta d'ingresso.

Attualmente sono in corso scavi archeologici, all’interno del battistero, che stanno rivelando l’esistenza di un edificio battesimale antecedente a quello che si può oggi ammirare.

I nostri servizi

Area Riservata

2020 © CanaveseLab3.0 di Scagnolari Sonia - P.IVA IT11971220014 - Tutti i diritti riservati
X
X
Condividi con un amico
Ti invio questo link perchè penso possa interessarti.

Pieve di San Lorenzo, https://canaveselab.it/pieve-di-san-lorenzo/