Romano Canavese

Roman

Benvenuti a Romano Canavese

Torri medievali, Musica antica, Ortensieto, Liberty e  Vie dei Mestieri

Cosa fare


Il Comune di Romano Canavese fa parte della Città Metropolitana di Torino e si trova  all’interno dell’Anfiteatro Morenico d’Ivrea, a circa 10 Km a sud di Ivrea, vicino all’uscita dell’Autostrada di Scarmagno.

I suoi caratteristici tetti di tegole contrastano con il verde della piccola collina su cui è posto. Nel centro storico si possono incontrare artigiani speciali che credono nel sogno di poter far rivivere le antiche botteghe di un tempo: il liutaio, il falegname, l’orafo,… Una piacevole passeggiata può prendere il via dal parcheggio davanti alla chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Solutore per dirigersi alla volta dell’ortensieto, dove sono impiantate oltre 60 specie. Ogni anno in estate l’evento Ortensia Day, con esperti del settore, diventa l’occasione per scoprire le particolari caratteristiche di questa elegante pianta e suggerimenti per coltivarla. Si prosegue alla volta della Torre medievale risalente al XIII sec che con i suoi quasi 30 metri di altezza è il simbolo del paese. Si arriva quindi nella zona dell’antico ricetto e qui si può passare sotto la Torre-Porta oggi sprovvista del ponte levatoio che in passato permetteva l’ingresso al borgo.

Leggi di più

Questo è uno degli angoli più caratteristici del paese la Torre-Porta sembra quasi appoggiarsi alla chiesa di Santa Marta, che da giugno ad agosto, grazie alla sua eccezionale acustica, ospita i concerti di musica antica della stagione Antiqua. Scendendo verso il paese si può prendere la via “Salita ai macelli”, dal cui nome si comprende l’attività che qui si svolgeva e, a riscontro, si incontra la ghiacciaia, che dopo essere stata riempita del ghiaccio invernale conservava la carne macellata.

Ma Agliè è conosciuta anche per un illustre poeta di inizio ‘900 Guido Gozzano, che qui trascorreva i suoi soggiorni estivi nella villa liberty “Il Meleto” e che molti versi ha dedicato al borgo “Più bel piacer davver non c’è che andare ad Agliè…” e al Canavese. Le stanze della residenza di campagna riportano indietro le lancette di un ipotetico orologio a inizio ‘900 e ci si ritrova a vivere l’atmosfera de L’amica di nonna Speranza… “Loreto impagliato e il busto d’Alfieri, di Napoleone i fiori in cornice (le buone cose di pessimo gusto!). Una piacevole e tranquilla passeggiata nella campagna che circonda Agliè conduce a Villa “Il Meleto”. Da qui si può poi raggiungere in una bellissima posizione panoramica il  Santuario della Madonna delle Grazie con i suoi tre caratteristici campanili in facciata.

Attrazioni principali


  • Parco della Torre
  • Ortensieto
  • I portici medievali
  • Confraternita di Santa Marta
  • Chiesa parrocchiale dei santi Pietro e Solutore
  • Le Jardin Fleuri
  • Parco della Torre

    Una piacevolissima e breve passeggiata nel Parco della Torre permette in estate di camminare all’ombra degli alberi e in autunno di godere dei colori della natura. Arrivati sul punto più alto si ammira la torre medievale risalente al XIII sec. con i suoi attuali 27 metri, originariamente era alta 25 metri, ma con la torre campanaria assume le odierne misure

  • Ortensieto

    Lungo la via del Parco della Torre le oltre 60 specie, raggruppate per luogo d’origine o per affinità, consentono di cogliere analogie e differenze, di ammirarne i diversi colori.  Quest’area è stata  scelta perchè presenta le caratteristiche ottimali per esposizione e copertura.

  • Il Ricetto

    Molto suggestiva la visita all’antico ricetto medievale dove sono ancora visibili le tracce del ponte levatoio a difesa del borgo.

  • Chiesa di Santa Marta

    La Chiesa di Santa Marta, in precedenza dedicata a San Pietro sino a quando, nella prima metà dell’Ottecento, fu costruita l’attuale Chiesa Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo. Oggi,  grazie alla sua acustica, in estate è sede di un programma di concerti con un repertorio musicale rinascimentale, barocco, preromantico.

  • Chiesa parrocchiale dei santi Pietro e Solutore

    Imponente chiesa ottocentesca domina il centro del paese, la sua costruzione iniziò nel 1829 e si completò quindici anni dopo. Sostitui come parrocchiale l’attuale Chiesa di Sanata Marta, che in precedenza era infatti dedicata a San Pietro.

  • Le Jardin Fleuri

    Il ristorante caffetteria “Le Jardin Fleuri” è una cornice d’epoca, allestita con gusto e raffinatezza, utilizzando solo arredi originali appartenenti alla collezione della Fondazione Arte Nova. 

Prossimi eventi


I nostri servizi

Area Riservata

2020 © CanaveseLab3.0 di Scagnolari Sonia - P.IVA IT11971220014 - Tutti i diritti riservati
X
X
Condividi con un amico
Ti invio questo link perchè penso possa interessarti.

Romano Canavese, https://canaveselab.it/romano-canavese/