Tracce Preistoriche

La "Boira Fusca", la grotta in mezzo ai boschi, a Cuorgnè e il Museo Archeologico del Canavese. La ricostruzione di un nucleo abitativo preistorico e lo Spazio Espositivo di Montalto Dora.

Tracce Preistoriche

La "Boira Fusca", la grotta in mezzo ai boschi, a Cuorgnè e il Museo Archeologico del Canavese. La ricostruzione di un nucleo abitativo preistorico e lo Spazio Espositivo di Montalto Dora.

Tra natura e archeologia

 

Testimonianze della Protostoria del Canavese: dall'arrivo nelle grotte dei primi cacciatori-raccolgitori alle palafitte dei villaggi stanziali neolitici. Due itinerari per passeggiare nella natura e  visitare gli spazi in cui sono conservati i reperti trovati nei due parchi archeologici.

  1. Cuorgnè - Boira Fusca e Museo Archeologico del Canavese
  2. Montalto Dora e Lago Pistono - Ricostruzione capanna e Spazio Espositivo del Lago Pistono
CUORGNÈ - MONTALTO DORA

LE TAPPE

Parco Archeologico della Boira Fusca

Le grotte

Le grotte

In una piccola grotta, la Boira Fusca, nel Comune di Cuorgnè, località Salto, sono state ritrovate le prime testimonianze dell'uomo in Canavese. Una breve escursione su un sentiero di media difficoltà circondato dai boschi consente di arrivare alle grotte. La mulattiera in salita è individuata da un cartello a fianco della strada asfaltata.

Una serie di cartelli esplicativi guida verso le due grotte: la Boira Fusca e la Boira Cièra.

Museo Archeologico del Canavese

I preziosi ritrovamenti della Boira Fusca sono conservati presso il Museo Archeologico del Canavese a Cuorgnè. Il Museo gestisce anche il Parco archeologico della Boira Fusca.
Parco archeologico del Lago Pistono

Viaggio nel tempo

Viaggio nel tempo

Sul lago Pistono, nel Comune di Montalto Dora, sono state rinvenute tracce di insediamento palafitticolo risalente al Neolitico Medio (4900-4500 a.C.) e alcuni importanti reperti archeologici riferibili alla cultura dei vasi a bocca quadrata.

Oggi sulla sponda settentrionale del lago è possibile visitare una ricostruzione in scala reale di una parte del nucleo abitativo preistorico: la palafitta, un recinto con stalla aperta e un magazzino granaio.

Spazio Espositivo Archeologico del Lago Pistono

In alcune sale del Municipio sono esposti per nuclei tematici, i reperti rinvenuti nei pressi del Lago Pistono, che comprendono un periodo storico che va dal Neolitico all'Età dei Metalli.

ALTRI SITI

Le steli di Chivasso, Lugnacco e Mazzè

I tre monoliti o steli megalitiche si possono ipotizzare steli funerarie dell’età del ferro. - Chivasso altezza di circa 4 metri e il peso è di 1,5 tonnellate - Lugnacco altezza di circa 3,85 metri e il peso è di 1,8 tonellate - Mazzè altezza di circa 4,2 metriil peso supera le 2 tonnellate Tutte e tre le steli sono visibili nei rispettivi Comuni.

La Pera Cunca

La Pera cunca, ossia “Pietra Conca o Concava”, è uno dei massi-altare più noti del Canavese e importante dal punto di vista storico scientifico. Si trova in un bosco di querce sul pendio di una collina morenica che divide i territori di Cossano e Borgomasino, in località Lusenta.

Fonti e maggiori informazioni


  • Ivrea e Il Canavese nella preistoria e protostoria, F. Rubat Borel in "Per il Museo di Ivrea - La Sezione archeologica del Museo P.A. Garda", 2014
  • http://www.comune.montalto-dora.to.it/it-it/home
  • IL LAPIS LONGUS DI CHIVASSO - http://www.comune.chivasso.to.it/it/page/lapis-longus
  • https://www.valchiusella.org/archeologia/il-menhir-di-lugnacco/
  • http://cesmaonline.org/museo-archeologico-del-canavese/
  • http://archeocarta.org

 

Dove dormire, mangiare e comprare

Consigli

Dove dormire

B&B Cascina Bedria
Chiaverano

Immerso nella quiete del bosco ai piedi della Serra d’Ivrea, è un’oasi di tranquillità, il luogo ideale dove trascorrere giorni in completo relax immersi nella campagna canavesana,... Leggi di più


Il Castello di Pavone
Pavone Canavese

Il Castello di Pavone Canavese è uno dei monumenti italiani più belli ed è considerato uno dei più scenografici e fiabeschi castelli del mond. Oggi il castello, sapientemente restaurato, offre ai suoi ospiti i migliori comfort, impianti e tecnologie modernissime per soddisfare i clienti più esigenti ed attenti,... Leggi di più

Dove mangiare

Antica Locanda dell'Orco
Rivarolo Canavese

Lo Chef Giuseppe Randisi apre l’Antica Locanda dell’Orco nel 2003 un'accogliente ristorante dove gustare una cucina canavesana, che sa spaziare oltre, ed evolversi senza tradire le proprie origini,... Leggi di più


Il Vecchio Cipresso
Chiaverano

Il Vecchio Cipresso si trova in un luogo incantevole, sulle rive del più grande dei cinque laghi morenici d’Ivrea: il Lago Sirio. Tradizione e innovazione sono il fil rouge che lega i diversi ambienti, ma soprattutto sono i cardini della cucina del Vecchio Cipresso... Leggi di più


Alla Modina
Ivrea

La Trattoria Alla Modina si trova in un angolo meraviglioso del Canavese, tra tre laghi morenici: il Lago Sirio, il Lago San Michele e il Lago di Campagna. Ad accogliere i clienti Claudia Gili Meina le cui parole d’ordine sono: famiglia, tradizioni e territorio; per lei il suo locale è “un punto di ritrovo di amici e appassionati e convivio gastronomico per famiglie e viandanti”... Leggi di più

Dove comprare

Distilleria Revel Chion
Chiaverano

Dal 1850 a Chiaverano, borgo medievale, ai piedi della Serra morenica d'Ivrea, circondato da boschi e laghi è un luogo ideale per chi ama la tranquillità e il contatto con la natura, fumano gli alambicchi della Distilleria Revel Chion... Leggi di più


Pasticceria Perotti
Pont Canavese

Dal 1968 anno di inaugurazione della pasticceria nel centro di Pont Canavese l'attività non si è mai fermata, passando da una generazione all'altra della famiglia Perotti. Dal Dal 2004 ottiene il premio “Eccellenza artigiana” del Piemonte e per chi ama le specialità locali è il luogo ideale: dalle giuaje ("confetti" canavesani) ai baci del gran paradiso, alla tuma di cioccolata... Leggi di più


Cantina Le Masche
Levone

In un luogo ricco di storia e tradizioni Lorenzo Simone ha voluto far nascere la sua azienda agricola “Le Masche”, nome che ricorda non il folclore popolare, ma quattro donne di Levone condannate a morte a fine Quattrocento per stregoneria. Ha sottratto alla boscaglia terreni abbandonati, ma un tempo ricoperti di viti, ripulendoli da rovi e sterpaglie, ridando loro vita posando nuove barbatelle che oggi producono grappoli di uva...Leggi di più

2020 © CanaveseLab3.0 di Scagnolari Sonia - P.IVA IT11971220014 - Tutti i diritti riservati

Condividi con un amico

Ti invio questo link perchè penso possa interessarti.

Preistoria in Canavese, https://canaveselab.it/preistoria-in-canavese/